La vigilia di Natale

Questo, per me, non è stato un bel Natale.

La vigilia di Natale è volata in cielo mia zia Franca.

Per Zia Franca, sorella del mio papà, io e le mie sorelle eravamo le nipoti preferite e ci ha sempre dato tanto, delle volte anche troppo.

Sembra che mi abbia voluto aspettare, è morta la viglia di Natale, il giorno dopo il mio arrivo.

Purtroppo negli ultimi tempi l’avevo trascurata, le mie telefonate erano sempre più rare e ora questo pensiero mi spacca il cuore.

Non faccio altro che ripensare al giorno della mia laurea che era seduta in prima fila, oppure a quando mi sono sposata, alla sua felicità e al suo vantarsi con le amiche che sua nipote si era sposata con, come diceva lei, “”No bravo vaglione”

Mia cara zia,  quante cose avrei potuto fare di più per te? Quanto avrei potuto farti sentire il mio amore, ma ancora una volta il correre della vita mi ha indotto a dare alla mia quotidianeità altre priorotà e a trascurarti.

Mi dispiace, avrei dovuto e voluto darti di più, ma ora che sei in cielo spero solo che tu abbia raggiunto finalmente la serenità.

E’ andato via un pezzo della mia vita e guardandomi alle spalle i ricordi si rincorrono e si moltiplicano.

Mi sento vuota, in questo momento, ed anche se per le bambine abbiamo tutti cercato di festeggiare il Natale, so che ormai ogni Natale penserò a mia zia, alla sua mano che stringeva forte la mia tre sere fa, al suo dolore, alla sua voglia di vivere che però non è bastata a farla rimanere tra di noi.

La vigilia di Nataleultima modifica: 2011-12-26T16:36:30+00:00da anna7217
Reposta per primo quest’articolo

10 pensieri su “La vigilia di Natale

  1. mai come quest’anno posso capirti bene, Anna….è stato il primo Natale senza la mia mamma e tu sai che significa.
    Tieni stretti in cuore i momenti trascorsi nella tua vita insieme a tua zia (che tra l’altro io ho conosciuto a casa dei tuoi e che ricordo con piacere) e non lasciarli andare….ti daranno la forza di superare il dolore del distacco.
    Mi dispiace non essere riuscite a vederci, ma ci rifaremo alla prossima occasione.
    Un forte abbraccio con affetto.
    Maris

  2. Perdere una persona cara fa sempre male, se poi è qualcuno a cui si tiene in particolar modo, distrugge!
    Non ho tante parole belle da lasciarti, perchè leggendo il tuo post ho pensato ai miei due zii che sono come i miei genitori, con loro ho lo stesso rapporto che tu avevi con la tua zietta e il sol pensiero mi ha paralizzata. Immagino come tu possa stare ora, fatti forza, non pensare a ciò che avresti potuto fare, ma goditi i ricordi che hai e pensa a quanto vi siete volute bene!!
    Ti sono super vicina e ti abbraccio forte!

  3. mi spiace per la tua perdita, ma se tre sere fa tua zia ti stringeva forte la mano… non credo dovresti farti troppi crucci sul tuo comportamento, credo che lei sapesse quanto le vuoi bene.
    un abbraccio

  4. ciao Anna
    mi spiace molto per quello che vi è successo alla vigilia di Natale, certo che le bambine vi hanno aiutato a superare un pochino il dolore, ma solo il tempo potrà aiutarti a vivere con serenità questa perdita … sicuramente non potrai mai dimenticare la tua zia!!! sono due anni e mezzo che è mancata la mia zia, ma ci sono ancora giornate in cui le lacrime mi salgono agli occhi e purtroppo Natale, pur essendo una festa di allegria, porta a ricordare i propri cari e le lacrime erano lì pronte a scendere … un fortissimo abbraccio Patrizia

  5. ogni parola ora mi sembra inutile e sprecata…davanti a così tanto dolore cosa posso dire o fare per te?? niente a parte starti vicina virtualmente…spero che questo 2012 sia un anno bello per te!!baci dalla tua Erika

  6. Grazie mille a tutti…è meraviglioso sentirvi vicino e sapere che mi avete pensato…..un abbraccio virtuale a tutti…

I commenti sono chiusi.